Skip to main content

Comunicazione ai clienti

Gentile cliente,
è nostro dovere informarti che, da circa un anno, i costi delle materie prime hanno subito aumenti senza precedenti, a causa di molteplici fattori.
L’evolversi del conflitto in Ucraina, con le conseguenti tensioni geopolitiche, ha fortemente condizionato l’andamento dei prezzi sui mercati energetici europei; in particolare, l’ipotesi di uno stop delle forniture di gas dalla Russia ha causato un’impennata eccezionale delle quotazioni all’ingrosso di gas ed energia.


Nei mercati all’ingrosso, dal 2021 al 2022, le quotazioni dell’energia elettrica sono passate da circa 60 euro/MWh ad oltre 540 euro/MWh (rincari di circa 900% nelle vostre fatture energetiche); il gas naturale, nello stesso periodo è passato da quotazioni di circa 0,21 euro/metro cubo ad oltre 2,40 euro/metro cubo (rincari di circa 1000% nelle vostre fatture energetiche).


Purtroppo i mezzi di informazione non hanno dato la reale portata di quanto sarebbe accaduto e oggi ci vediamo costretti a dover giustificare un mercato energetico impazzito che non dipende da nostre scelte.
Desideriamo far presente che questi aumenti imprevisti oltre a creare un problema per il Cliente finale che si vede arrivare bollette, ripetiamo senza senso, danneggiano anche noi come Società perché i Clienti immaginano che l’aumento sia dovuto ad una nostra scelta e che ci garantisca maggiori profitti.
Noi come Società siamo chiamati a fornire maggiori garanzie sull’acquisto delle materie prime ed a fronteggiare l’attacco di Agenti o venditori senza scrupoli che propongono offerte con sconti non praticabili ma che, in questo periodo, fanno cedere in tentazione il Cliente di cambiare fornitore pensando di trovare risparmio che, purtroppo, non può esserci.


Pertanto, Vi invitiamo a ridurre al minimo indispensabile i vostri consumi energetici.


Certi di aver fatto cosa gradita, rimaniamo a vostra disposizione.

  • Visite: 2434